DMA ITALIA

Tutto quello che facciamo genera un volume sempre crescente di dati. Le tecnologie di oggi ci permettono di accedere a queste informazioni e trasformarle, interpretarle per creare nuovo valore in molti contesti. Nelle smart city sensori, open data, connessioni IoT impattano sui trasporti, la gestione dell’energia e dei rifiuti, i servizi sanitari, l’istruzione. Soprattutto impattano il cittadino e il suo stile di vita all’interno della città, migliorandolo. Esiste un nuovo ruolo per il cittadino in questo contesto? Potrebbero esistere smart city senza cittadini smart? I nuovi ecosistemi costruiti su infrastrutture tecnologiche hanno bisogno di relazione con i cittadini, che sono chiamati ad un ruolo attivo nel processo di raccolta e condivisione dei dati. Deve nascere un processo di co-produzione di informazioni, agile, per supportare la creazione data-driven di servizi efficaci.

L’articolo continua…

Gianni Bientinesi
Share
This