Come aprire un e-commerce online: la guida completa

Home/Ricerche di Mercato/Come aprire un e-commerce online: la guida completa

Decidere di aprire un e-commerce è una scelta coraggiosa e allo stesso tempo vincente se si desidera restare al passo con i tempi. Ecco una guida completa per aprire un e-commerce e dar vita ad un’attività proficua.

Mai come adesso gli e-commerce sono attività che funzionano! Complice la pandemia, i negozi online hanno preso sempre più piede negli ultimi anni e sono diventati in alcuni momenti particolari l’unico approdo per acquistare beni, anche di prima necessità, dai medicinali ai generi alimentari, fino ad arrivare a calzature e abbigliamento, prodotti per la cura personale, elettrodomestici, piante e fiori e qualsiasi altro prodotto. L’e-commerce costituisce il futuro del commercio e il 2022 sembrerebbe essere l’anno ideale per decidere di aprirne uno. Aprire un e-commerce online non è comunque un passaggio del tutto semplice, ma seguendo i giusti consigli, è possibile farlo senza problemi!

Quanto costa aprire un e-commerce?

I costi di nascita di un e-commerce online dipendono in buona parte dal tipo di attività che si decide di avviare. Alcuni dipendono dal software o dalla piattaforma e, tra gli altri fattori, da come si vanno ad acquistare i prodotti da vendere. Fare un analisi dei costi in modo preventivo e dettagliato è dunque un po’ difficile in quanto sono diverse le variabili di cui tener conto. In linea generale tra i costi previsti per un e-commerce online rientrano

  • il costi di avvio e mantenimento del sito web, licenze e permessi aziendali, dominio e hosting
  • i costi del Software e-commerce
  • i costi di promozione e strategie di marketing necessarie per la crescita dell’attività
  • le spese per l’acquisto dei prodotti da vendere
  • le spese di inventario e spedizioni
  • il costo del packaging
  • il costo delle commissioni per i pagamenti ricevuti.
Aprire un e-commerce online

Come aprire un e-commerce online: la guida completa – Canva

Come aprire un e-commerce online: 5 passaggi essenziali

  1. Aprire una partita IVA e procedere in modo regolare secondo quanto presisto dalle legge.
  2. Preparare un Business plan.
  3. Valutare con attenzione la piattaforma e aprire l’e-commerce online.
  4. Stabilire cosa si vuole vendere e in relazione a questa scelta organizzare la parte logistica.
  5. Impostare le strategie di marketing.

1. Aprire una partita IVA e rispettare i requisiti di legge

Avviare un e-commerce risulta più semplice rispetto all’apertura di un negozio tradizionale. Questo perché gli e-commerce sono regolamentati dalla Direttiva 2000/31/CE del Parlamento Europeo che stabilisce la possibilità di aprire un negozio virtuale senza dover richiedere autorizzazioni in modo preventivo.

Per aprire un e-commerce online occorre anzitutto creare una propria partita IVA. In alternativa, per le prestazioni occasionali svolte in modo saltuario e senza organizzazione per le quali non vengono superati i 5000 euro di compenso, è possibile testare l’e-commerce per 30 giorni, approfittando della formula del Temporary Shop, prima di aprire una Partita IVA: una soluzione temporanea che consente di capire le potenzialità del business.

2. Preparare il Business plan

Quando si decide di aprire un sito e-commerce, è necessario valutare la realizzazione di un Business plan e se necessario richiedere un finanziamento per start up. Il Business plan è lo strumento essenziale per la gestione di un e-commerce poiché consente di descrivere e organizzare nel dettaglio tutto quello che riguarda la futura azienda, dal mercato di riferimento alle possibili opportunità di crescita, dalle strategie di marketing al piano finanziario. Questa attività è indispensabile per l’avvio di nuove attività professionali, piccole, medie o grandi imprese, come appunto un e-commerce online.

3. Valutare con attenzione la piattaforma e creare l’e-commerce online

Scegliere la piattaforma per aprire un e-commerce è uno dei passaggi più importanti che bisogna affrontare per avviare un’attività di commercio online. In sostanza è come cercare il locale se si trattasse di un negozio fisico!

Scegliere la giusta piattaforma è dunque fondamentale. Una volta scelta quella più adatta e individuato un nome di dominio accattivante per l’e-commerce nascente, sarà possibile personalizzare al meglio il negozio online. La maggior parte dei programmi per creare siti web sono dotati anche di un’App dalla quale è possibile aggiungere plug-in per integrare funzioni particolari al nuovo sito come strumenti per l’invio e la ricezione di email marketing, per modificare i prezzi o per aggiungere promozioni particolari a tempo.

4. Stabilire cosa si vuole vendere e organizzare la logistica

Se si possiede un negozio fisico e lo si vuole portare anche sul web con un e-commerce bisogna importare nello store l’inventario del negozio e gestirne una logistica separata, per cui ci si dovrà affidare ad un servizio di spedizioni.

Se, invece, si desidera aprire un e-commerce da zero, bisognerà

  • organizzare un magazzino
  • fare l’inventario
  • selezionare il packaging
  • valutare il miglior servizio per le spedizioni e capire come gestire al meglio eventuali resi e richieste di rimborso.

5. Impostare le strategie di marketing

Una volta che si è riusciti a dar vita ad un e-commerce, arriva uno degli step più importanti ovvero fare in modo che i clienti scoprano il business nascente e inizino ad acquistare. Anzitutto è necessario trovare la propria nicchia di mercato e assicurarsi che sia competitiva: l’assenza di concorrenza di solito è indice di mancanza di mercato. D’altro canto bisogna non scegliere una nicchia troppo affollata.

Nella realizzazione del progetto e quindi nella creazione del Business plan per aprire un e-commerce, un aspetto fondamentale per la pianificazione insieme alla realizzazione del sito è una corretta impostazione di attività di web marketing o di marketing digitale affidandosi ad un’agenzia SEO capace di trovare i giusti volumi di ricerca per i prodotti che si desiderano vendere.

Consulenza Creazione Business Plan – Business Intelligence Group

Desideri una consulenza per il lancio del tuo e-commerce? Scopri Business PLAN Consulenza Creazione Business Plan – Business Intelligence Group!

Business Intelligence Group mette a disposizione un team di professionisti specializzati nella consulenza per la creazione di Business Plan. Questa pratica è indispensabile per l’avvio di nuove attività professionali, piccole, medie o grandi imprese.

Contattaci per un confronto ad hoc compilando il form sotto

Di |2022-07-28T10:06:54+02:00Agosto 3rd, 2022|Categorie: Ricerche di Mercato|Tag: , |

Scritto da:

Business Intelligence Group è una delle poche aziende in Italia in grado di supportare i propri clienti (Grande Distribuzione, Produttori, Agenzie di Comunicazione, Società di Consulenza e Istituti di Ricerche di Mercato) dalla realizzazione di indagini di mercato all’ implementazione di sistemi hardware e software per lo sviluppo di reportistica ed analisi di grandi quantità di dati (Data Lake). Business Intelligence Group Srl si avvale di una piattaforma tecnologica proprietaria che le permette di raccogliere, organizzare ed analizzare una grande mole di dati attraverso le tecniche big data e sistemi di Intelligenza artificiale. La società offre anche servizi di consulenza e formazione attraverso la piattaforma di e-learning nell’ambito del marketing e comunicazione aziendale.
Torna in cima