L’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella grande distribuzione

Home/Articoli/L’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella grande distribuzione

Sempre più contenuti vengono creati dall’intelligenza artificiale

Che l’Intelligenza Artificiale ed il Big Data siano il motore dell’innovazione penso che non ce ne siano dubbi. Dai primi studi e ricerche fatte sulla A.I. negli anni sessata ad oggi sono stati fatti enormi passi in avanti. Quello he c’è da dire è che nel corso degli ultimi anni abbiamo avuto un’accelerazione davvero importante. Da sistemi che sembravano uscire da qualche film di Steven Spielberg oggi a oggetti comuni presenti in tutte le nostre case. Solo per fare qualche esempio conosciuto:

  • Gli assistenti virtuali (Siri, Google Now, Cortana ecc.)
  • I Video Giochi di ultima generazione
  • L’assistenza clienti (es chatbot)
  • I Sistemi anti crimine attraverso videosorveglianza
  • Il software utilizzato dalle piatteforme e-commerce per l’aiuto alla scelta dei prodotti
  • Gli algoritmi utilizzate dalle banche sull’antifrode sui conti correnti
  • I Generatori di contenuti (Testi, Video, Musicali )

sistemi di intelligenza artificiale

Anche i punti vendita tradizionali iniziano ad adottare sistemi intelligenti

Anche il commercio tradizionale inizia ad adottare sistemi che sfruttano questa tecnologia. Tra gli esempi più interessanti possiamo citare alcune catene che hanno sviluppato dei progetti di questo tipo. Tanto per fare qualche esempio concreto la catena di supermercati francese Carrefour sta utilizzando la piattaforma Autonomous Store di AiFi in alcuni negozi in cui i consumatori possono utilizzare un’app per acquistare oggetti e uscire dai punti vendita senza fare code alle casse. Mentre Walmart sta invece utilizzando una piattaforma di previsione della domanda basata sull’intelligenza artificiale sviluppata in collaborazione con Nvidia ha sviluppato un sistema che riesce a capire:

  • Chi sei
  • Come e cosa acquisti
  • Perché acquisti
  • Con chi ti confronti e relazioni
  • Cosa acquisterai
  • Come posso mettermi in contatto con te

Per sfruttare al massimo l’intelligenza artificiale dobbiamo definire la Customer Journey

Come abbiamo detto, l’uso delle nuove tecnologie di intelligenza artificiale offre grandi opportunità di creazione di nuovo valore economico. Diventa quindi fondamentale, per sfruttarne a pieno le potenzialità, ricostruire il percorso di acquisto e di interazione dei clienti con il brand e definire in modo corretto quali sono i touchpoint importanti tra il Cliente e l’Azienda. Saper immaginare e quindi disegnare un percorso di acquisto intelligente significa raccogliere in modo corretto, etico e non invasivo, solo quelle informazioni che servono realmente per migliorare la customer experience del Cliente. Per farlo è necessario coinvolgere non solo il marketing ma anche tutte quelle figure che in qualche modo hanno un contatto diretto o indiretto con il Cliente finale.

Il nuovo marketing è solo Data Driven?

Come abbiamo detto, i sistemi di intelligenza artificiale sono molto utili per sviluppare nuovo valore. Tuttavia credo che il marketing, seppur supportato dalla tecnologia, sia una disciplina che va maneggiata con cura. Infatti chi fa marketing deve essere in grado di avere una visione allargata affiche prenda delle decisioni che anche “fuori dal coro”. Questo significa che ad oggi i sistemi, seppur evoluti e molto utili nella presa di decisione, non devono sostituirsi alla ricchezza della creatività umana. Il ruolo del marketing infatti non è solo quello di gestire in modo corretto la relazione con il cliente ma anche quello di far vivere una esperienza unica al cliente, quella che in gergo viene definita “effetto wow”.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scritto da:

Gianni Bientinesi, Sociologo ed esperto nella comprensione dell'evoluzione dei mercati e delle tendenze di consumo. Fondatore di Business Intelligence Group dove ricopre il ruolo di Presidente e Amministratore Delegato. Svolge attività di consulenza, formazione e divulgazione sulle tematiche relative all'innovazione, salute e sostenibilità. Autore del saggio «Le persone oltre i numeri» pubblicato da Minerva editore.
Torna in cima