Intelligenza artificiale e comunicazione

L’Intelligenza Artificiale è un sistema tecnologico in grado di svolgere compiti e attività tipici della mente e delle abilità umane.

Ed è già da diversi anni abbondantemente presente nella nostra vita di tutti i giorni. Pensate, ad esempio, ai sistemi di riconoscimento vocale utilizzati dagli smartphone: funzionano proprio con algoritmi dell’Intelligenza Artificiale.
Tutti i modelli più recenti di smartphone e altri device sono dotati di sensori che rilevano se il proprietario del telefono si sta muovendo a piedi o con un mezzo di trasporto: in questo caso si imposta automaticamente sulla modalità “alla guida” per garantire la massima sicurezza.

L’intelligenza artificiale è quindi ormai molto diffusa in tutti gli ambiti, da quello medico  a quello economico, passando per il settore dei videogiochi e della robotica.
Nel mondo aziendale l’AI sta occupando sempre più un ruolo di rilievo anche nei settori vendite, marketing, comunicazione, sicurezza, cyber crime.
Vediamo quindi come l’intelligenza artificiale applicata al mondo della comunicazione sta cambiando le strategie di business.

La comunicazione del futuro con l’AI

Immaginate di poter creare strategie e azioni di marketing che uniscono il mondo reale con quello virtuale. Tutto questo è già realtà grazie a strumenti come l’intelligenza artificiale, i sistemi di rilevazione intelligenze, i visori di virtual reality.
L’intelligenza artificiale sta già cambiando il modo di fare comunicazione e marketing, perché  si basa sull’uso dei dati del comportamento dei clienti, dei sistemi di apprendimento automatico e prevede così in maniera più precisa e puntuale le scelte delle persone.

Le caratteristiche principali dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale applicata alla comunicazione e al marketing sono:

  • Immersione: mettere l’utente al centro della brand experience.
  • Interazione: creare una relazione, per attivare la componente più fisica ed emozionale del processo di scelta e di acquisto.
  • Immediatezza: offrire esperienze/servizi legati al qui e ora, ovvero che siano appunto immediati, collocati in un arco spazio-temporale molto ben definito.

Il mix tra tutti questi elementi è quindi la caratteristica delle nuove esperienze di acquisto, basate sull’interazione tra dimensione virtuale e dimensione reale, sull’interazione uomo-macchina.

Come l’intelligenza artificiale cambia il modo di comunicare

Grazie all’intelligenza artificiale gli esperti di marketing hanno a disposizione enormi quantità di dati praticamente in tempo reale. E questo permette la valutazione delle campagne e del ROI. Inoltre i sistemi di intelligenza artificiale permettono di definire meglio i contenuti delle campagne di comunicazione, e rendere così la brand experience maggiormente targettizzata.

Uno dei cambiamenti già in atto legato ai sistemi di intelligenza artificiale è sicuramente l’applicazione della realtà virtuale alle tecniche di marketing. Questo permette la creazione di strategie di comunicazione più impattanti, coinvolgenti, basate prevalentemente su un rapporto one to one.

Ecco alcuni esempi di contesti nei quali vengono già applicati gli strumenti di realtà virtuale per una brand experience innovativa:

  • punti vendita: il ricorso alla VR può rappresentare un modo nuovo di presentare prodotti o servizi e addirittura testarli in ambienti virtuali;
  • promozione del brand con un mix di tecniche di gamification unite alla realtà virtuale: il cliente può così fare un’esperienza immersiva;
  • fiere: l’utilizzo della realtà virtuale può ridurre i costi per allestimento, logistica e trasporti. E allo stesso tempo permette agli espositori di offrire ai commerciali e ai buyer di riferimento  un’esperienza concreta con il prodotto.

Se questo questo contenuto ti è piaciuto faccelo sapere scrivendo a info@businessintelligencegroup.it e continua a seguirci su www.businessintelligencegroup.it