L’apprendimento online – noto anche come apprendimento in linea, teledidattica o in inglese e-learning – comprende l’uso delle tecnologie multimediali e di internet per facilitare l’accesso a risorse e servizi didattici e migliorare la qualità dell’apprendimento,  promuovendo anche gli scambi e le interazioni in remoto, grazie appunto agli strumenti di web collaboration.
(fonte: documento COM (2001) 172 della Commissione delle Comunità Europee).

Secondo diverse statistiche il mercato dell’ e-learning e della formazione digitale assisterà a una significativa crescita nei prossimi cinque anni, grazie soprattutto alle nuove tecnologie e alle nuove esigenze formative e di business.

Il mercato dell’e-learning in Italia

L’e-learning in Italia, come nel resto del mondo, è in continua crescita, e la pandemia da Covid-19 degli ultimi due anni ha inevitabilmente cambiato un settore che aveva comunque già da tempo avviato un percorso di digitalizzazione.
Infatti in una ricerca del Politecnico di Milano risalente al 2018 si registrava già l’importanza della formazione on-line per oltre il 75% delle aziende intervistate.
Oggi, diversi studi del settore stimano che il mercato globale della formazione online passerà dai 185,26 miliardi di dollari del 2020 fino a 388.23 miliardi di dollari nel 2026.
Dopo il 2020 in poi quindi il mercato della formazione digitale è in continua crescita, anche in Italia. Attualmente si stima che il mercato dell’e-learning in Italia vale oltre 500 milioni di euro.

DAD e smart working infatti hanno portato a contatto anche i più restii con questi nuovi metodi di apprendimento e formazione, legati alle tecnologie e al web.
Uno dei principali vantaggi dell’e-learning è proprio la flessibilità e la possibilità di usufruire di percorsi formativi e di aggiornamento ovunque. Senza alcun tipo di barriera spazio-temporale.

Le prospettive dell’e-learning

Con un interesse sempre maggiore da parte non solo del mondo dell’istruzione ma anche del business, le tendenze dell’e-learning stanno cambiando. Per adattarsi alle richieste del mercato in continua evoluzione, anche grazie all’innovazione tecnologica.

Vediamo quindi di seguito quali sono gli scenari dell’e-learning per il 2022.

Apprendimento adattivo

Nel 2022 l’apprendimento adattivo incrementerà ulteriormente la propria crescita, anche grazie all’utilizzo dell’AI o intelligenza artificiale. La caratteristica principale dell’apprendimento adattivo è la totale personalizzazione dei tempi di apprendimento da parte della persona che segue il percorso di formazione.

MOOC Massive Open Online Courses

I MOOC Massive Open Online Courses sono nati nel lontano 2011 grazie a un’iniziativa della Stanford University, come sistemi di didattica on line per gruppi numerosi di studenti.
Oggi questa tipologia di formazione e-learning è sempre più diffusa, non solo a livello universitario, ma anche come strumento di formazione per le grandi aziende,

Servizi di e-learning aperti a numeri così elevati di utenti sono stati sviluppati e si sono diffusi anche grazie alle nuove tecnologie digitali, a sistemi di memorizzazione dati avanzati che lavorano su grandi numeri, a reti di connettività su banda larga, e tablet, smartphone e pc di ultima generazione.

AI o Intelligenza Artificiale

L’Artificial Intelligence o intelligenza artificiale è ormai entrata a tutti gli effetti anche nei percorsi di formazione digitale. Grazie all’AI i percorsi di e-learning  sono più comprensibili per gli studenti e offrono una maggior capacità di analisi.

Gamification

Tra i trend dell’e-learning 2022 la gamification è uno di quelli maggiormente in crescita. La gamification nell’apprendimento è un processo che è stato adottato già da diversi anni e sempre più diffuso. Il ricorso a tecniche di gioco come metodo di apprendimento nei percorsi di formazione online rivolti non solo ai più giovani ma anche agli adulti aumenta notevolmente il raggiungimento degli obiettivi formativi.

Realtà virtuale e aumentata

La  realtà virtuale e aumentata è un’altra tecnologia che sta entrando sempre di più nell’offerta e-learning. Grazie alle tecniche di augmented reality si creano dei veri e propri ambienti di formazione, nei quali l’utente si sente immerso, accolto, e quindi più libero nel suo percorso formativo.

Mobile learning

Anche il mobile learning registra una costante previsione di crescita per il 2022. Del resto smartphone e tablet sono gli strumenti sempre più utilizzati anche per lo studio e per il lavoro. E così in ambito e-learning si presta sempre più attenzione nell’offrire prodotti mobile, che permettano all’utente di fruire del proprio percorso formativo accedendo direttamente da tablet e smartphone.

Se questo questo contenuto ti è piaciuto faccelo sapere scrivendo a info@businessintelligencegroup.it e continua a seguirci su www.businessintelligencegroup.it