Quali sono le strategie migliori da adottare per aumentare clienti e vendite in negozio?

Le vendite in negozio

Chi è proprietario o comunque gestisce un negozio deve costantemente tenere presente i flussi di clientela e l’andamento delle vendite. Ci sono sicuramente delle oscillazioni nel corso dell’anno, legate alla stagionalità, a situazioni particolari, ad eventi, a momenti di feste, ecc.

Ma è importante, pur nelle variazioni del flusso di clientela e di vendite, che questo movimento non si arresti mai, o comunque non scenda al di sotto di una soglia critica.
Per questo motivo è utile sfruttare al massimo tutte le strategie di marketing che possono supportare l’attività nell incrementare le vendite e ampliare il proprio portfolio clienti.

Le principali tecniche per aumentare le vendite

Come incrementare le vendite?
Come attrarre più persone, e quindi potenziali clienti, in negozio?

Non ci sono regole precise, e soprattutto non esistono regole universali.
Elenchiamo invece di seguito una serie di azioni strategiche che vanno poi personalizzate in base alla propria realtà commerciale. Sicuramente alcuni elementi base come la disposizione della merce, la cordialità e la professionalità del personale, l’allestimento delle vetrine, e una buona comunicazione sono delle buoni basi da cui partire.

Allestimento vetrine

Per un negozio la vetrina rappresenta il biglietto da visita. In questo caso è proprio vero che la prima impressione è quella che conta.
Per realizzare una vetrina che abbia un certo impatto e che riesca ad attirare l’attenzione del cliente, è consigliabile individuare un tema, un soggetto, una ambientazione o un filo conduttore. Non è necessario ricorrere a elementi o vetrine ad effetto shock. Per alcune realtà e contesti possono funzionare, per altri invece potrebbero avere l’effetto contrario, cioè allontanare il cliente anzichè attrarlo.

L’obiettivo di una vetrina ben fatta è quello di aiutare il cliente a riconoscersi, deve incuriosirsi, trovare qualcosa che lo invoglia ad entrare. La vetrina non deve solo mostrare, deve comunicare.

Proprio per questo motivo è sconsigliabile riempire eccessivamente le vetrine con troppa merce esposta, e inoltre valorizzare i prodotti esposti e indicare sempre il loro prezzo di acquisto.
Infine la vetrina va ciclicamente rinnovata, deve trasmettere freschezza, dinamicità, deve diventare una specie di appuntamento con i propri clienti, come la copertina di un giornale che è sempre diversa.

Posizionamento prodotti

Una volta catturata l’attenzione del cliente in vetrina, è importante mantenere le sue aspettative anche all’interno, a partire dalla disposizione della merce.
Le varie tecniche di visual merchandising consigliano sempre di posizionare i prodotti di punta ad altezza d’occhio per i clienti, e in generale a prestare molta attenzione alla disposizione degli stessi all’interno del punto vendita.
Inoltre non dimenticare la zona delle casse, ideale per “suggerire un ultimo acquisto” di determinate tipologie di prodotto.

Giocare con l’illusione

Tra le tecniche per aumentare le vendite più utilizzate negli ultimi tempi c’è sicuramente la creazione di illusione di scarsità.

L’obiettivo è far credere al potenziale cliente che quel determinato pezzo sia disponibile in un numero limitato o sia prossimo alla fine esaurimento scorte.
Spesso infatti prodotti percepiti come poco disponibili diventano più interessanti per gli acquirenti, e così ci sono più probabilità di portare a conclusione il processo di acquisto.

Questa tecnica può essere utilizzata sia nei negozi fisici che negli shop-online. Infine, sempre nell’ottica di “ridurre le scelte”, può rivelarsi vincente esporre poca merce. Diversi studi di marketing dimostrano infatti che più i clienti hanno la possibilità di scegliere, meno facilmente effettueranno un acquisto.

Creare un ambiente accogliente

Per poter effettuare un acquisto, la regola principale è che il cliente si senta a suo agio.
La location dev’essere quindi accogliente a 360 gradi: dalla professionalità, cortesia e disponibilità del personale addetto alle vendite, all’ambiente confortevole, ben arredato, con la giusta temperatura, con una musica di sottofondo.

Mixare reale e digitale

Per qualunque realtà e per qualunque prodotto, oggi è importantissimo fornire al cliente la possibilità di fare acquisti non solo nel negozio fisico, ma anche a distanza, a portata di smartphone. È consigliabile quindi predisporre anche un sito per le vendite on line, o comunque se le richieste per un e-commerce non sono ancora così elevate, è possibile trovare soluzioni alternative ma che permettano comunque al cliente di effettuare un acquisto anche senza andare in negozio. O addirittura acquistare da casa un prodotto visto magari in negozio ma non acquistato in quel momento.
A tal proposito,  forti anche dell’esperienza di questi mesi di limitazioni da Covid, è ormai pratica diffusa offrire ai clienti anche le consegne della merce al domicilio.

Pagamenti

Oggi, nell’era in cui possiamo pagare tutto anche con un semplice smartphone, è fondamentale rimanere al passo con i tempi e offrire ai propri clienti diverse opzioni di pagamento, dal contante alla carta di credito, ai pagamenti tramite app.

 Comunicazione e social

In tutte queste operazioni, il fil rouge è sempre la comunicazione.
Se è vero che si comunica con il cliente già a partire dalla vetrina, è altrettanto vero che la relazione va comunque mantenuta nel tempo. Quindi è fondamentale investire in un buon piano di comunicazione, che integri i canali tradizionali con la comunicazione digital, soprattutto tramite i social media.

Se questo questo contenuto ti è piaciuto faccelo sapere scrivendo a info@businessintelligencegroup.it e continua a seguirci su www.businessintelligencegroup.it